NUMERO VERDE

800 821 621

800821621
DIVENTA SOCIO

SCOPRI COME!

SOCIO

Contestazione all’articolo Starbene 22 giugno 2015 numero 26

30 Giu 2015 Comunicato stampa

Alla cortese attenzione della Dott.ssa Monfreda Annalisa, Direttore del settimanale Starbene.

Le Società Italiane di Dermatologia:

  • ISPLAD (Società Italiana di Dermatologia Plastica, Rigenerativa e Oncologica), Presidente Andrea Romani
  • ADOI (Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani), Presidente Antonio Cristaudo
  • AIDA (Associazione Italiana Dermatologi Ambulatoriali), Presidente Domenico Piccolo
  • SIDCO (Società Italiana di Dermatologia Chirurgica e Oncologica), Presidente Giuseppe Zumiani

al fine di salvaguardare la salute dei lettori e ristabilire una corretta e veritiera informazione, evidenziano l’inattendibilità delle affermazioni fatte nell’articolo “Ho provato un nuovo metodo contro le occhiaie” pubblicato sul settimanale STARBENE del 22 Giugno 2015 N°26 pagine 56 e 57 (in allegato) e sul sito a questo link (schermata in allegato).

Si riportano alcuni stralci dell’articolo e relativi commenti:

  • “… una nuova tecnica che rivitalizza la zona utilizzando le cellule staminali estratte dal proprio tessuto adiposo”

Commento: È improbabile che in un ambulatorio medico si possano estrarre cellule staminali dal tessuto adiposo senza adeguate e sofisticate attrezzature, utilizzati in centri specializzati.

  • “… in mezz’ora avevo fatto tutto.”

Commento: È inverosimile che possa essere aspirato del grasso, estrarre le cellule staminali, impiantarle sotto le palpebre… tutto in mezz’ora!

  • “… il risultato ottenuto dura più di 10 anni.”

Commento: Non esiste nessuna prova o casistica scientifica che possa avvalorare questa affermazione. Inoltre ciò presuppone che tale terapia si pratichi da molto più di 10 anni, ma dall’articolo si evince che si tratta di una metodica di recente attuazione. Pertanto è una dichiarazione falsa.

Le Società di Dermatologia ritengono le affermazioni riportate nell’articolo prive di ogni fondamento scientifico, non comprovate e non corrispondenti al vero. Il trattamento “pubblicizzato” non è attendibile.

Il settimanale STARBENE apponendo una sorta di bollino di garanzia, rappresentato nel titolo dell’articolo “ho provato un nuovo metodo…”, promuove tale trattamento come valido e sicuro assumendosi la co-responsabilità nei confronti dei lettori.

Le Società di Dermatologia ritengono che un giornale che si faccia portavoce di salute debba trasmettere e informare su corretti stili di vita, nuove cure e terapie, scientificamente riportate, descrivendone super partes benefici e pericoli.

Infine qualora un articolo venga pubblicato a fini pubblicitari (e a pagamento) sarebbe opportuno evidenziarlo, per una corretta informazione nei confronti del lettore.

Le Società Italiane di Dermatologia sottoscriventi, chiedono che il settimanale STARBENE si impegni ad informare i lettori rettificando l’articolo suddetto.

Questa lettera viene inviata per conoscenza all’ordine dei Medici e all’Ordine dei Giornalisti di Milano e Nazionale da cui si attende un riscontro.

Distinti saluti,

Dottor Andrea Romani, Presidente ISPLAD

Dottor Antonio Cristaudo, Presidente ADOI

Dottor Domenico Piccolo, Presidente AIDA

Dottor Giuseppe Zumiani, Presidente SIDCO

Cerca

+