Associazione Scientifica senza fini di lucro, fondata nel 1990 allo scopo di contribuire all'aggiornamento ed alla formazione permanente del dermatologo ambulatoriale.

XXII Congresso AIDA: il punto di vista dei dermatologi

XXII Congresso AIDA: il punto di vista dei dermatologi

A Pugnochiuso ho seguito costantemente tutte le sessioni congressuali, sia per la scelta degli argomenti proposti che per il taglio con cui sono stati affrontati.

I relatori, dal collega Del Rosso con la sua lettura magistrale a tutti gli altri, hanno riportato esperienze personali, vissute sul campo con competenza e passione, consentendomi un confronto con la mia pratica quotidiana da libero professionista.

Il congresso AIDA di anno in anno diventa sempre più piacevole da seguire e partecipare. L'eleganza, la grazia del presidente hanno naturalmente dato quel quid in più.

N.B. La più bella sessione per me è stata Specialisti a confronto.

Spero che in futuro venga sempre più dato spazio al concetto che il dermatologo è il primo internista.

Alice Agrusa, dermatologo, Palermo

Relatori/Relazioni

Positivo: argomenti interessanti e validi; sufficientemente esaustivi. Forse un po' poco pratici; a noi ambulatoriali occorre un'indicazione pratica, non teorica o impraticabile. L' AIDA è comunque un congresso utile per chi lo frequenta.

Negativo: i relatori non rispettano i tempi assegnati; si dilungano nelle parti introduttive a tutti già note.

Organizzazione

Negativo: l'agenzia organizzatrice si è premurata di inviarci anticipatamente la mail del convegno, ma non ha predisposto per tempo il transfert, cosicché in parecchi abbiamo dovuto provvedere singolarmente. Per essere la stessa agenzia che organizza da anni l'Aida, mi sono sembrati quest'anno meno precisi, più imbranati anche al desk e in aula.

Location

Positivo: è stupenda ma poco goduta perché i convegno si protrae troppo tardi; è un vero peccato essere ospiti qui e non vedere il mare se non a scapito di uno/due ore di relazione.

Conclusioni

L'AIDA è comunque è un appuntamento a cui non mancare.

Suggerimenti

Mi piacerebbe che l'orario di inizio dei lavori fosse rispettato con puntualità tedesca e lo stesso per i tempi assegnati ai relatori.

Infine, ci sono troppe relazioni che dilatano i tempi (ore 20.00 con inizio alle 09.30), sono davvero eccessive. Ritengo che un congresso sia un momento di istruzione ma anche di convivialità e relax: ci dovrebbe essere un tempo per l'aula un tempo per le chiacchiere che non sia solo la sera tardi o la notte.

E poi... perché così pochi ECM?

Paola Catalano, dermatologo,Treviso

L'organizzazione congressuale è stata eccellente ed ha di gran lunga oscurato le difficoltà per raggiungere la sede partendo da Palermo.

Buoni i contenuti delle tematiche esposte che mi hanno permesso di acquisire informazioni utili.

Nota sicuramente positiva il Corso di Dermatologia Legale con l'invito all'AIDA di servirsi di una convenzione con Compagnie Assicurative.

Giuseppe Bordieri, dermatologo, Palermo
Sessioni all'avanguardia, posto bellissimo. Appuntamento sempre da non mancare per un aggiornamento attuale.
Diana Graham, dermatologo, Parma

Non ho obblighi di cortesia nei confronti di nessuno quindi ciò che dico è la mia schietta opinione: ho trovato sin'ora molto interessante questo Congresso.

Soprattutto ho ritrovato il senso di praticità e concretezza che hanno contraddistinto gli albori dell'AIDA.

Antonio Torti, dermatologo, Milano
Finalmente un Congresso AIDA come quelli di un tempo: vivo e interessante.
Saura Maioli, dermatologo, Sassuolo (MO)

Inserito dalla segreteria AIDA

Approfondimenti

Argomenti correlati

Commenti

Tutti i commenti sono moderati: può passare qualche tempo fra l'inserimento e la pubblicazione.

  • Ottima è stata l'organizzazione, anche se gli sfortunati che hanno alloggiato agli Ulivi si sono trovati di fronte una struttura assolutamente fatiscente e male gestita, direi inaccogliente.

    Per quanto riguarda i contributi didattici, avrei dato maggior spazio alla medicina legale (che ci assilla quotidianamente, soprattutto a noi liberi-professionisti). Possibile che nessuno ipotizzi una task-force che negozi per conto di AIDA una polizza standard, seria e realmente protettiva, senza clausole vessatorie, da proporre a prezzi contenuti agli iscritti? E che magari potesse prevedere la costituzione in giudizio dell'AIDA a supporto degli iscritti, quando aggrediti in contenzioso?

    Mi piacerebbe conoscere il parere del dott. Cirfera.

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

Nota: I soci AIDA devono effettuare il login prima di inserire o rispondere ad un commento.

Si prega di rispondere alla seguente domanda per confermare che il commento non sia spam:

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Segreteria AIDA

Joining People S.r.l.
Provider ECM N. 3913
Via F. Ferraironi, 25 - Ed T3/A
00177 - Roma

Tel: +39.06.2020227
Fax: +39.06.20421308
Email: scrivici

Numero Verde: 800 821 621

Informativa privacy | Informativa cookie

Sito progettato da Karmaweb

Prossimo Evento

  • 11 aprile 2019
  • Gubbio
Dermoscopy PRO '19 “Quello che non ti aspetti" - Gubbio - 11/13 Aprile - Prima data

Meeting di Gubbio '19. Scegli la tua data.

Ultima Notizia

  • 28 gennaio 2019
AIDA Meeting Under 19, vi aspettiamo

AIDA Meeting UNDER 19 - Roma - 23 febbraio 2019...

Partner

Dermatologia legale

Il primo portale italiano di interesse interdisciplinare medico-giuridico sulla Dermatologia. La Dermatologia legale ha come fondamento l'esigenza di studiare gli aspetti medico legali e giuridici dell'esercizio professionale, delle malattie dermatologiche e del danno ingiusto alla persona

SIDEC

La Società Italiana di Dermatologia Estetica e Correttiva intende integrare le opinioni e le esperienze di tutti gli specialisti che si occupano del settore estetico, analizzare e valutare i dispositivi medico-chirurgico proposti dal mercato e definire protocolli e linee guida di trattamento.

SILD

SILD (Società Italiana di Laser in Dermatologia), costituita nel 2004, ha l’obiettivo di favorire l'inserimento dei sistemi Laser in Dermatologia, di tutelare il professionista e di promuovere una formazione culturale e scientifica specifica.